DISCIPLINE ODONTOSTOMATOLOGICHE III

Crediti: 
18
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Semestre dell'insegnamento: 
Annuale
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Il Corso si propone di approfondire, attraverso il diretto contatto con i pazienti in cura presso la clinica odontoiatrica, la conoscenza e la comprensione dei vari tipi di patologia odontoiatrica e ortodontica e a saper formulare una diagnosi interpretando correttamente i dati dei diversi mezzi diagnostici oltre alla la capacità di applicazione delle metodiche terapeutiche odontoiatriche e ortodontiche nella pratica attività professionale specifica degli odontoiatri.

Prerequisiti

No

Contenuti dell'insegnamento

FARE RIFERIMENTO AI SEGUENTI MODULI:
1002838 - ODONTO CONSERVATIVA/ENDODONZIA
1002840 - ODONTO PREVENTIVA E DI COMUNITA'
1002842 - PEDODONZIA
1004337 - ORTODONZIA

Programma esteso

FARE RIFERIMENTO AI SEGUENTI MODULI:
1002838 - ODONTO CONSERVATIVA/ENDODONZIA
1002840 - ODONTO PREVENTIVA E DI COMUNITA'
1002842 - PEDODONZIA
1004337 - ORTODONZIA

Bibliografia

D.Caprioglio, C.Lanteri, A.Levrini, A.Caprioglio - Ortodonzia Intercettiva- Edizioni Martina, Bologna, 2000.
C.Lanteri - Ortognatodonzia-Edizioni Masson, Milano, 2002.
M.Gandolfini - L'espansore rapido palatino ed il quad-helix - Edizioni Martina, Bologna, 1996.
R.E.Moyers - Manuale di ortodonzia - Scienza e tecnica dentistica edizioni internazionali, Milano, 1991

Metodi didattici

Lezioni durante l'attività clinica odontoiatrica e ortodontica sui pazienti, integrate da discussione dei temi trattati al fine di formare negli studenti una capacità critica sugli argomenti e permettere di acquisire una conoscenza dell’apparato stomatognatico utile a diagnosticare dell’occlusione dentaria e del massiccio facciale le eventuali anomalie e patologia dentarie ed averne così un importante aiuto a risolvere i problemi specifici professionali degli odontoiatri.

Modalità verifica apprendimento

Valutazione della capacità di applicare le conoscenze acquisite alla pratica professionale attraverso l'operatività clinica odontoiatrica e ortodontica sul paziente. Il giudizio terrà conto anche del numero delle presenze alle giornata di operatività clinica.