Trasferimenti e Passaggi

DOMANDE DI ISCRIZIONE AD ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO TRAMITE PROCEDURA DI RICONOSCIMENTO CREDITI A.A. 2020-2021

 

POSTI DISPONIBILI

Per l’anno accademico 2020-2021, in accordo con il regolamento del CLMOPD, si potrà inoltrare domanda di iscrizione ad anni successivi al primo unicamente secondo la seguente disponibilità di posti:

  • 3° anno: posti 2
  • 4° anno:  posti 2
  • 5° anno:  posti 6

Non si accettano domande di trasferimento/iscrizione ad anni successivi al primo da corsi di laurea dei V.O. antecedenti al D.M. 270/2004 al fine di garantire adeguati standard formativi.

Le domande verranno valutate con il seguente ordine di priorità, con esaurimento della relativa graduatoria prima di passare al gruppo di priorità successivo:

  • provenienza dal Corso di Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria di atenei italiani;
  • provenienza dal Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia di atenei italiani;
  • provenienza da altri Corsi di atenei italiani;
  • provenienza da Corsi di atenei esteri.

 

Le domande dovranno essere presentate improrogabilmente dal 1 luglio 24 luglio 2020; non farà fede il timbro postale. Il termine è perentorio e non verranno valutate domande pervenute fuori dai termini perentori di scadenza qui previsti.

Ai sensi del D.M. 218 del 16/06/2020, (allegato 2, comma 13), “Non è consentito iscrivere ad anni successivi al primo con la qualifica di ripetente i richiedenti provenienti da altri corsi di laurea, al pari di coloro che si siano regolarmente iscritti al relativo anno di corso a seguito del superamento della prova di ammissione disposta per l’anno accademico in cui hanno partecipato e sui relativi posti disponibili”.

Le modalità di presentazione di tali domande verranno pubblicate in apposito avviso sul sito. Non saranno prese in esame domande incomplete o mancanti della documentazione richiesta.  

 

I candidati non madre lingua italiani devono produrre certificazione della conoscenza della lingua italiana di livello minimo C2. Si precisa che, nei casi di candidati provenienti da Università estere, tali Università devono essere accreditate dall’autorità competente del relativo paese a un corso di laurea di medesima denominazione.

Nel caso di studenti con storia di trasferimenti multipli, verranno valutate direttamente le certificazioni dell'ateneo effettivamente frequentato; non potrà essere preso in considerazione dal CCL quanto deliberato da altri atenei.

L’eventuale iscrizione è condizionata dal curriculum degli studi seguiti nel corso di provenienza, sia in termini di frequenze che di esami sostenuti come specificato nel regolamento del Corso di Laurea.

Frequenze: per accedere ad un anno successivo al primo è condizione necessaria aver frequentato corsi che comprendano tutte le materie e gli argomenti dell’anno o degli anni precedente/i previsti presso Unipr, secondo il giudizio del Consiglio di Corso di Laurea; quindi la mancanza di attestazione di frequenza di un insegnamento o la carenza del numero dei CFU ad esso relativo o la non congruenza del programma svolto nell’insegnamento stesso rispetto a quanto previsto presso Unipr non possono permettere l’iscrizione. È possibile che il CCL possa accogliere domande che presentino piccole mancanze di frequenze, così come sopra determinato, per un ammontare complessivo comunque non superiore a 6 CFU; ciò non si applica per le valutazioni di frequenza relative al primo anno, e quindi se uno studente non ha la completa frequenza a corsi equivalenti a quelli previsti presso Unipr nel primo anno non è possibile ammetterlo.

Esami: per accedere ad un anno successivo al primo è condizione necessaria aver sostenuto con esito positivo esami corrispondenti a tutti gli esami previsti presso Unipr per l'anno precedente a quello in cui viene richiesta l’iscrizione. Per esempio, se si chiede l’iscrizione al 3° anno, è necessario aver sostenuto tutti gli esami del 1° anno previsti presso Unipr al momento della presentazione della domanda.

 

In caso di domande potenzialmente accettabili in numero superiore alla disponibilità di posti, verrà stilata una graduatoria che prenderà in considerazione il numero di crediti di frequenza mancanti e, a parità di crediti di frequenza, verrà considerato il numero degli esami superati che hanno corrispettivo nell'ordinamento Unipr, pesato per CFU. Se esiste ancora parità, la graduatoria prenderà in considerazione la somma dei voti degli esami sostenuti (solo quelli che hanno un corrispondente esame nel Piano degli Studi di unipr) moltiplicato per il numero di crediti dell'esame stesso. Se esistessero curricula completamente sovrapponibili, verrà data la precedenza al candidato più giovane.